Crea sito

Fiat CR.25 bis – Airmodel – 1/72

Il Fiat CR.25 bis – Airmodel – 1/72

Realizzazione del Fiat CR.25 bis dal Kit Airmodel, scala 1/72

Traduzione dell’articolo di Carmel J. Attard su sito Modeling Madness. Modello, testo e foto di Carmel J. Attard.

Fiat CR.25 bis - Airmodel - 1/72 - Modello e foto di Carmel J. Attard
Fiat CR.25 bis – Airmodel – 1/72 – Modello e foto di Carmel J. Attard

 

La storia

L’Ing. Cellestino Rosaletti ha progettò il Fiat CR.25 come aereo multiuso da utilizzare nei territori nord-africani. Il CR.25 è un caccia di scorta a lungo raggio e un ricognitore monoplano bimotore, con tre uomini di equipaggio. Avendo una marcata somiglianza con il bombardiere BR.20 dello stesso progettista, furono impiegati i due longheroni e le tre sezioni dell’ala in tubi d’acciaio saldati con sezione  rettangolare, che venne montata e posizionata bella parte mediana inferiore della fusoliera.

Il CR.25 volò volta nel 1937, alimentato da 2 motori a quattro cilindri radiali  Fiat A.74 RC.38 da 840HP.

Oltre i due prototipi furono costruiti dieci macchine di pre-produzione, una delle quali è stata utilizzata come trasporto dall’Addetto dell’Ambasciata Italiana a Berlino. Questa versione venne designata CR.25D.

Impiego operativo

Gli altri nove ebbero la designazione di CR.25 bis e andarono ad equipaggiare la 173ª Squadriglia Ricognizione Strategica Terrestre. Questi nove aerei formarono la squadriglia con base operativa in Sicilia dal luglio all’ottobre del 1942.

Il loro ruolo era quello di agire come scorta ai convogli tra la Sicilia e la penisola italiana. È noto che talvolta questo si scontrarono con Beaufighters avversari della R.A.F. che erano di scorta ai convogli e missioni di attacco dalle basi di ta’Qali e Hal-Luqa sull’isola strategica di Malta.

In alcune occasioni il CR.25 è stato impiegato anche in voli di ricognizione spionaggio molto rischiose su Malta. Ciò comprendeva azioni fotografiche delle installazioni militari nei pressi di Hal-Luqa e Hal-Far, delle zone di scarico del carbone presso il-Menqa a Marsa e delle Torpediniere e dei sottomarini presenti a I-Imsida, oltre alle installazioni navali e le strutture dell’aersenale nella zona di Kottonera e Casal Paula e in altre località dell’isola.

La loro missione era particolarmente audace, infatti alcuni dei CR.25 ebbero come cimitero, le profonde acque blu del Mediterraneo.

Fiat CR.25 in volo sul porto di Palermo - 1941
Fiat CR.25 in volo sul porto di Palermo – 1941

 

Caratteristiche

In realtà non c’erano mai più di sei aerei operativi a causa della mancanza parti di ricambio e delle sostituzioni che necessitano dopo un breve periodo operativo nell’ambito della squadriglia.

Il caccia di scorta CR.25 bis era dotato di due mitragliatrici da 12,7 mm Breda-SEFAT nel muso e una terza mitragliatrice da 12,7 mm in torretta dorsale servocomandata. Per estendere la sua autonomia, sono stati installati nel vano bombe interno i serbatoi di carburante supplementari, originariamente progettato per ospitare un carico massimo 700 Kg. di bombe.

Nell’ottobre del 1942, quando in media solo tre macchine restavano utilizzabili, l’aereo venne relegato a compiti di trasporto.

Nel 1940 venne avviato un lavoro di adeguamento ad una variante più armata, un CR.25 che tra l’altro ha avuto un lieve aumento dell’area alare. Tuttavia il progetto CR.25 fu stato abbandonato e ulteriore sviluppo fu cessato.

Il CR.25 aveva una velocità massima di 460 Km/h a 5.500 mt di altitudine, una velocità di crociera di 395 Km/h, una velocità di atterraggio di 125 Km/h e una autonomia normalmente di 1.565 Km. e massima di 2.170 Km. La quota operativa era di 8.100 mt.

Le dimensioni di tutti i modelli sono state: Apertura alare di 15,58 mt, Lunghezza 13,59 mt, Altezza di 3,41 mt. e una superficie alare di 39,19 mq.

 

Il Kit

Fiat Cr.25 bis – Airmodel – Cod. AM 404 – Scala 1/72 – Vacuformed con parti ad iniezione.

La scatola

Il modello del CR.25 bis in scala 1/72 è realizzato dalla Airmodel Germany con il Cod. N. AM-404 e viene fornito in una scatola di cartone abbastanza robusta con una stampa raffigurante una formazione in coppia del velivolo in volo.

La riproduzione sulla scatola è fondamentalmente nera e gialla, ma è molto suggestiva a prima vista in quanto svela tutto il caratteristico design del CR.25 Bis.

Fiat Cr.25bis – Airmodel – Cod. AM 404 – Scala 1/72 – Vacuformed con parti ad iniezione
Fiat CR.25 bis – Airmodel – Cod. AM 404 – Scala 1/72 – Vacuformed con parti ad iniezione

 

 

La stampa ad iniezione

All’apertura della scatola troverete una singolo sprue stampato ad iniezione avente otto barre di supporto a cui sono collegati non meno di 28 pezzi stampati ad iniezione in plastica grigia altamente dettagliati.

Questi compongono un due motori a cilindri radiali, i cofani motore, una coppia di lame a tre puntelli, con i separatori separati e i due scarichi per ciascun cofano motore.

Gli altri componenti per un buon configurazione dei compartimenti dell’equipaggio comprendono i sedili, le pareti divisorie, il quadro strumenti e la colonna di controllo, gli strumenti laterali, ecc., e altre parti come ruote, mitragliatrice posteriore ecc.

Fiat Cr.25bis – Airmodel – Cod. AM 404 – Scala 1/72 – Vacuformed con parti ad iniezione
Fiat Cr.25 bis – Airmodel – Cod. AM 404 – Scala 1/72 – Vacuformed con parti ad iniezione

 

Non sono difficili da montare in quanto queste parti sono in sequenza numerica. Inoltre ci sono due fogli di plastica bianca che contengono le parti vacuformed delle metà della fusoliera, le parti per le ali e i piani di coda, il pavimento per interni e i portelloni separati del vano carrello per chi ama o preferisce fare il kit con il carrello abbassato.

Fiat Cr.25bis – Airmodel – Cod. AM 404 – Scala 1/72 – Vacuformed con parti ad iniezione
Fiat Cr.25 bis – Airmodel – Cod. AM 404 – Scala 1/72 – Vacuformed con parti ad iniezione

 

Il foglio vacuform

C’è anche un foglio vacuform di acetato chiaro che contiene la vetratura del muso, il tettuccio della cabina di pilotaggio con una cupola a visione integrale e un tettuccio posteriore trasparente per la mitragliatrice.

 

Le istruzioni

Il foglio di istruzioni di tre pagine è molto completo, stampato in maniera chiara e facile da seguire, completo di disegni a 4 visioni.

Questo può essere ingrandito del 141% per portare piani di scala alla scala di 1/72.

Sono incluse anche disegni che mostrano lo schema di camuffamento del modello che nel CR.25 bis differiva da altri tipi di camuffamento ma che rimane nello stile è stato degli aeromobili della Reggia Aeronautica durante la seconda guerra mondiale.

Oltre al camuffamento della versione “bis”, è riportato anche uno per un diverso tipo di CR.25 con uno schema totalmente argento utilizzato dall’Addetto dell’Ambasciata Italiana a Berlino. Lo stesso velivolo poté mantenere la stessa livrea oltre la fine della guerra.

Inoltre c’è una tabella di riferimento rapido del colore. Il foglio di istruzioni ha una vista esplosa, che mostra l’interno del vano dell’equipaggio e la posizione del montaggio di tutte le parti da verniciare.

Fiat Cr.25bis – Airmodel – Cod. AM 404 – Scala 1/72 – Vacuformed con parti ad iniezione
Fiat CR.25 bis – Airmodel – Cod. AM 404 – Scala 1/72 – Vacuformed con parti ad iniezione

 

 

La costruzione

Durante l’assemblaggio delle due metà della fusoliera, le linee di posizionamento in plastica come normalmente si fa con i kit vacuform devono essere aggiunti alla linea di giunzione.

Il kit può ovviamente montato in volo o con il carrello abbassato.

Dettagliare i vani del carrello può aggiungere autenticità al modello finito.

In particolare come conseguire questo obiettivo è anche suggerito nei disegni allegati.

Fiat CR.25 bis - Airmodel - 1/72 - Modello e foto di Carmel J. Attard
Fiat CR.25 bis – Airmodel – 1/72 – Modello e foto di Carmel J. Attard

 

Non mi sono preoccupato di adattare un anello D / F alla zona della cabina di pilotaggio, per il semplice motivo che tutte le foto che ho visto nessuna sembra avere questo elemento.

Ho anche scelto di sostituire albero dell’antenna con un ago di acciaio più robusto per fissare il cavo che va dalla parte superiore dell’antenna al bordo superiore della pinna di coda.

Bisogna stare attenti ai dettagli del carrello di atterraggio quando si separa dalla guida e aggiungere le parti in più che vanno con il carrello e che mancavano nel kit così sono mostrate nel disegno incluso nelle istruzioni.

Tutto sommato uno step particolarmente difficile è quando si tratta di montare le parti di acetato trasparente ed evitare di danneggiarli, in quanto per questa operazione è necessaria la colla cianoacrilata.

Ho preferito adattare le due figure dell’equipaggio frontale in quanto danno al modello una scala e fanno un insieme più autentico.

Fiat CR.25 bis - Airmodel - 1/72 - Modello e foto di Carmel J. Attard
Fiat CR.25 bis – Airmodel – 1/72 – Modello e foto di Carmel J. Attard

 

Anche il foglio di decalcomanie è dettagliato. E’ consigliato rifilare la pellicola di supporto.

Le decalcomanie

Nel foglio delle decalcomanie sono presenti gli elementi per realizzare uno dei tre CR.25 bis descritti nel foglio di istruzioni, ma non sono presenti gli elementi per la versione da trasporto CR.25 che dopo tutto ha bisogno del minimo di decalcomanie.

Ho aggiunto un ulteriore set di finestre al portellone della fusoliera, che per qualche motivo sconosciuto è stato contrassegnato solo su una delle mezze fusoliera del kit vacuform.

 

Referenze

Il modello in scala del CR.25 bis prodotto dalla Airmodel può essere ottenuto solo tramite Matthias Simon, Horsteiner Weg 1, 63500, Soleigenstadt, Germania. Oppure via e-mail: [email protected] (Il suo editore desidera ricordare che un kit ad iniezione di questo velivolo è stato prodotto nel 2003/4 dalla Special Hobby)

 

Conclusioni

L’assemblaggio accurato del CR.25 bis lo trasforma in un modello impressionante così come i prodotti Airmodel devono essere particolarmente apprezzati per la presenza nel kit di parti iniettate che aiutano molto a portare il montaggio di questo kit, non oltre la capacità di modellista medio.

Gennaio 2005

Carmel J.Attard

 

Le foto

Fiat CR.25 bis – Airmodel – 1/72 – Modello e foto di Carmel J. Attard

Fiat CR.25 bis - Airmodel - 1/72 - Modello e foto di Carmel J. Attard

 

Fiat CR.25 bis - Airmodel - 1/72 - Modello e foto di Carmel J. Attard

 

Fiat CR.25 bis - Airmodel - 1/72 - Modello e foto di Carmel J. Attard

 

Fiat CR.25 bis - Airmodel - 1/72 - Modello e foto di Carmel J. Attard

 

L’articolo originale al seguente link: Airmodel 1/72 Fiat CR.25bis

Modellismoitalia

Nato a Catania nel 1964. Appassionato di Modellismo statico in particolare di soggetti italiani. Curo la mia passione dal lontano 1978.

Translate »
UA-96199414-1